22 maggio 2020, Oxford Library n.9

Per essere sempre vicini a chi ha passioni comuni alle nostre.
Aspetti di Storia dell’Arte a cura di Silvana Cincotti, Storico dell’Arte ed Egittologa.
Riflessioni di Egittologia e Filologia Egizia a cura di Livio Secco.

I titoli di Oxford Library n.9

  • Dimore d’arte e di potere.
    New York, 1° luglio 1790. Il congresso statunitense ratifica il Residence Act, con il quale George Washington è autorizzato a scegliere, lungo le rive del Potomac, un’area sulla quale costruire la nuova casa presidenziale.
    È questo l’inizio della Casa Bianca, una delle dimore moderne più rappresentative dell’intreccio indissolubile tra arte e potere.
  • Un impero “di vetro”.
    Il commercio ha collegato fin dall’antichità le civiltà mesopotamiche e mediterranee come l’Egitto, all’India e al lontano sud-est asiatico.
    La prima grande spedizione da Occidente, sulla Via delle Spezie, fu quella persiana, voluta da Dario il Grande nel V secolo a.C. e affidata al greco Scylak, che raggiunse la regione dell’Indo.
  • Attività d’intelligence nell’antico Egitto.
    Abituati come siamo alla storia militare contemporanea, alimentata da due guerre mondiali, Corea, Vietnam, Afghanistan, Iraq ed altre, consideriamo l’attività di intelligence come una particolare funzionalità moderna.
    La realtà è più complessa e sicuramente i servizi di spionaggio, anche se non esistevano nel senso di organizzazione militare, erano certamente svolti come incarico individuale già nell’antichità.