Egittologia, filologia egizia - Storia militare, oplologia, polemologia - Criminalistica

Categoria: Criminalistica Pagina 1 di 3

La situazione statunitense

In America nasce l’F.B.I.

Ho svolto la quarta lezione del CORSO DI CRIMINALISTICA, Anno I, “Sulle tracce dell’assassino” nell’ambito delle attività dell’UniTre di Fossano.
La conferenza ha come titolo “La situazione statunitense: in America nasce l’F.B.I.” e illustra il terribile contesto che si era venuto a creare negli Stati Uniti a metà del XIX secolo.
Allo scopo di riportare storicamente e correttamente quell’oscuro periodo, si è partiti dalle memorie pubblicate nel 1887 dal capo della polizia di New York che fu testimone di primissimo piano dell’aggressione di un certo numero di personaggi altolocati alla società civile che si andava sviluppando al di là dell’Atlantico.

I laboratori infedeli

Ho svolto la quarta lezione del Corso di Criminalistica, Anno III, “Sulle tracce dell’assassino” nell’ambito delle attività dell’UniTre di Rivoli.
La conferenza ha come titolo “DNA – I laboratori infedeli” e completa la precedente occupandosi nuovamente degli errori giudiziari.
Questa volta però analizzando le attività dei laboratori che li hanno prodotti.
O meglio, ripercorrendo la storia di quegli analisti che, per motivi carrieristici, non hanno esitato a far condannare degli innocenti producendo false prove forensi.

Il delitto firmato

La scoperta delle impronte digitali

Ho svolto la terza lezione del CORSO DI CRIMINALISTICA, Anno I, “Sulle tracce dell’assassino” nell’ambito delle attività dell’UniTre di Fossano.
La conferenza ha come titolo “Il delitto firmato: la scoperta delle impronte digitali” e narra le vicende che portarono  allo sviluppo dattiloscopia.
Questa nuova scienza identifica l’originalità degli individui analizzando le impronte digitali formate dalla linee papillari dei polpastrelli.

Il terrore degli innocenti

Ho svolto la terza lezione del Corso di Criminalistica, Anno III, “Sulle tracce dell’assassino” nell’ambito delle attività dell’UniTre di Rivoli.
La conferenza ha come titolo “DNA – Il terrore degli innocenti” ed espone i perversi meccanismi criminalistici che producono gravissimi errori giudiziari. Se la correttezza delle analisi genetiche non è in dubbio restano pur sempre manipolazioni di uomini che possono avere interessi diversi dalla missione di fare giustizia.

Alphonse Bertillon

Dimensionare un criminale per riconoscerlo

Ho svolto la seconda lezione del CORSO DI CRIMINALISTICA, Anno I, “Sulle tracce dell’assassino” nell’ambito delle attività dell’UniTre di Fossano.
La conferenza ha come titolo “Alphonse Bertillon: dimensionare un criminale per riconoscerlo” e narra le vicende che portarono  allo sviluppo dell’antropometria. Una nuova scienza che identificava l’originalità degli individui misurando alcune parti del corpo.

Psicologia del conflitto a fuoco

Ho svolto la conferenza “Psicologia del conflitto a fuoco” nell’ambito delle attività dello Spazio Culturale Piemontese di Saluzzo.
La conferenza espone le situazioni in cui si vengono a trovare le persone coinvolte in una sparatoria.
Gli eventi commentati durante la lezione coinvolgono sia il personale addestrato, come gli appartenenti delle forze dell’ordine, sia il comune civile. La pertinenza che la conferenza riveste è quindi di assoluto carattere generale. Infatti nessuna persona coinvolta, casualmente o meno, in un evento simile si può ritenere del tutto al sicuro dalla fenomenologia illustrata.

Le città indifese

Le capitali europee agli albori della criminalistica


Ho svolto la prima lezione del Corso di Criminalistica, Anno I, “Sulle tracce dell’assassino” nell’ambito delle attività dell’UniTre di Fossano.
La conferenza ha come titolo “Le città indifeseLe capitali europee agli albori della criminalistica” e spiega qual era la situazione relativa all’ordine pubblico delle città europee all’inizio del XIX secolo.

Effetti di balistica lesionale

Ho svolto la seconda lezione del Corso di Criminalistica, Anno III, “Sulle tracce dell’assassino” nell’ambito delle attività dell’UniTre di Rivoli.
La conferenza ha come titolo “Effetti di balistica lesionale” e dettaglia quali sono gli eventi che intercorrono su un biologico quando viene attinto da una palla sparata da armi lunghe o corte.

Presentazione di Criminalistica 2.1

Alla Biblioteca di Moretta

Ho svolto in serata la presentazione del libro Criminalistica 2.1 presso la Biblioteca di Moretta.
È stata un’occasione per disquisire sugli eventi che portarono alla nascita della moderna polizia scientifica fissandone i momenti salienti in sei rapidissime esposizioni che compongono i sei capitoli del testo.
La presentazione del volume è stata agevolata dalla presenza dell’avvocato penalista cuneese Marco Ivaldi che, con la sua competenza, ha risposto alle mie domande specifiche in materia di criminalistica dettagliando argomenti come la prevenzione, la repressione, la legislazione, il sistema carcerario ed altro.

In seguito è stato appositamente ritagliato del tempo che è stato lasciato al pubblico allo scopo di risolvere i propri quesiti posti sia all’autore che al penalista.

Psicologia del conflitto a fuoco

Abbiamo svolto la prima lezione del CORSO DI CRIMINALISTICA, Anno III, “Sulle tracce dell’assassino” nell’ambito delle attività dell’UniTre di Rivoli.
La conferenza ha come titolo “Psicologia del conflitto a fuoco” ed espone le situazioni in cui si vengono a trovare le persone coinvolte in una sparatoria.
Gli eventi commentati durante la lezione coinvolgono sia il personale addestrato, come gli appartenenti delle forze dell’ordine, sia il comune civile. La pertinenza che la conferenza riveste è quindi di assoluto carattere generale. Infatti nessuna persona coinvolta, casualmente o meno, in un evento simile si può ritenere del tutto al sicuro dalla fenomenologia illustrata.

Pagina 1 di 3

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén